“Samuele sorrideva ed era felice”: la magia di “Il sorriso chiama”

In queste ultime settimane abbiamo lanciato “Il sorriso chiama”, il nuovo progetto che ci permette di raggiungere i bambini in ospedale anche a distanza, con la Terapia del Sorriso in videochiamata. Le prime visite ci hanno regalato grandi emozioni e soddisfazioni, dimostrando che è possibile alleviare la sofferenza e la solitudine dei piccoli pazienti anche da dietro uno schermo! Oggi vogliamo condividere con noi il racconto di Paolo, alias Puzzolone, uno dei nostri Dottori del Sorriso che tra i primi si è cimentato in questa nuova sfida. Ecco la sua testimonianza della videochiamata con il piccolo Samuele:

Mi presento, sono Paolo, un Dottore del Sorriso che si sta impegnando insieme a tanti altri per portare la Terapia del Sorriso ai bambini in ospedale e nelle loro case, grazie al progetto Il Sorriso Chiama, per non lasciarli soli con la loro malattia nemmeno in questo momento di emergenza sanitaria.

Il modo migliore per farlo è raccontarti la videochiamata con Samuele, un bambino di 6 anni ricoverato nella pediatria dell’ospedale di Legnano.

Ti parlerò quindi come Puzzolone, il mio nome quando mi trasformo in Dottore del Sorriso. Quando abbiamo programmato la nostra videochiamata per il pomeriggio dell’11 aprile, non avevo capito che sarebbe avvenuta una vera magia.

All’inizio della conversazione Samuele era un po’ timido, non è facile per un bambino vivere isolato senza distrazioni, ma lo è ancora di più per lui che deve convivere ogni giorno con il dolore.

Sono bastati pochi minuti dall’inizio della videochiamata ed ecco che tra me e Samuele non c’erano più barriere, eravamo vicini, il telefono tra noi non esisteva più.

Il rapporto di fiducia creato in pochi istanti mi ha permesso di parlare con lui e con la sua mamma sia di cose belle, come i voti a scuola, sia di quelle brutte, come il dolore. È corso in bagno, tra lo stupore di tutti, medici e familiari, per fare la pipì ed è tornato per stare con me più veloce della luce. Una cosa che, per la sua malattia, è molto difficile. Samuele in quel pomeriggio ha messo da parte il dolore, lasciando spazio a risate e giochi.
Grazie a Il Sorriso Chiama la relazione con Samuele non si è interrotta ma reinventata in qualcosa di ancora più forte che ha trasformato il tempo insieme in una magia senza confini.

Prima di concludere la chiamata ci siamo salutati con un caloroso abbraccio anche se a distanza, promettendoci di risentirci presto.

Samuele sorrideva ed era felice… la magia si è compiuta!

La Terapia del Sorriso è una vera e propria cura per i bambini che stanno soffrendo in questo momento di solitudine, ecco perché abbiamo voluto raccontarti di quanto sia importante il tuo sostegno per tutti i bambini che come Samuele ne hanno davvero bisogno, ora più che mai.

Aiutaci a raggiungere tanti altri bambini come Samuele con una donazione. Grazie!

DONA ORA

Condividi:

Ultime news